Come Warsan Shire.

Conoscete Warsan Shire? Dovreste conoscerla perchè riesce a toccare il cuore delle persone, il mio di sicuro l’ha toccato.
Ho scoperto Warsan l’anno scorso, mentre stavo in un momento brutto ed oscuro della mia vita.
Divoravo le sue poesie, una dopo l’altra e mi sentivo come lei, aveva toccato il mio cuore.
A maggio, ho trovato questa poesia ed è caduta dal cielo come un dono dal cielo.
Ogni tanto, ci arrivano delle perle come un grande regalo.

“every mouth you’ve ever kissed
was just practice
all the bodies you’ve ever undressed
and ploughed in to
were preparing you for me.
i don’t mind tasting them in the
memory of your mouth
they were a long hall way
a door half open
a single suit case still on the conveyor belt
was it a long journey?
did it take you long to find me?
you’re here now,
welcome home.

17629827_10212558253979417_5882806390949510792_n

Molte volte pensiamo al concetto di casa, che cosa vuol dire essere casa per qualcuno?
Sentirsi casa vuol dire sentirsi protetta, al sicuro, nel posto giusto fondamentalmente.
E’ una delle più belle sensazioni che una persona può sentire. Sentirsi a casa, non letteralmente ma metaforicamente è bellissimo, e puoi farlo solo con qualcuno di veramente speciale.
Casa è il posto che si trova esattamente nell’incavo del collo, quel posto stretto tra spalla e collo che è scomodo da morire, ma che comunque ti fa stare bene.
Casa è un treno, un aereo, che ti portano dove vorresti essere, che accorciano la distanza e ti portano verso la felicità.
Casa sono le mani nei capelli, giocare e ri-giocare fino a scocciarsi e stuzzicare altro.
Sono i sorrisoni, mentre passeggi ed alla fine non fai niente di particolare.
Sentirsi a casa è stare bene col cuore. 
Il cuore sta bene se si ricongiunge all’altra metà.

Chiaramente oggi è una giornata no.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *