La destinazione finale è dove ci si ricongiunge.

E’ un periodo strano.
Ultimamente questa è la frase che continuo a ripetermi, come una sorta di mantra.
In questi giorni sono sparita, ho preso un aereo e sono arrivata direttamente a Gatwick.
Ero una cavalletta in quell’aeroporto, con la smania di arrivare subito a destinazione.
Alla fine si sa, in una relazione a distanza la destinazione finale è sempre dove ci sono entrambi i soggetti.
E quindi ho passato una settimana in Inghilterra, studiando, cucinando, certe volte morendo anche di freddo perchè ero abituata al clima decisamente Italiano.

relazioni distanza ldr

Più immagini nel mio profilo Instagram @iamritacaruso – Fabrique Artisan Bakery

Tutte queste cose sono però da contorno, non sono il piatto principale.
Come ogni cosa, quando andiamo al ristorante noi ordiniamo il piatto principale, vogliamo che quello sia buono, che sia succoso ed il contorno poi viene in secondo piano.
E allora il mio piatto principale è stato perfetto, mi ha ricaricato totalmente la vita.
Questi giorni mi hanno riportato al mondo, mi hanno tranquillizzato circa il casino della mia vita in questo periodo e mi hanno fatto capire che tutto si può superare insieme.
Ho capito che, comunque vada, una soluzione c’è, ed io questo l’ho sempre saputo, mi sono dovuta rialzare tante volte nella mia vita.
Una relazione a distanza è una challenge intensa, ma lo so che in realtà tutto serve, tutto ti rafforza e sono sicura che insieme riusciremo a vedere il mondo, solo per vederci.

Oggi è una giornata si, ho la testa tra le nuvole e gli occhi a cuoricino.
Ho una valigia da preparare, domani si corre in stazione e si va a Napoli per qualche giorno, ovviamente in compagnia.
E’ curioso, Napoli è una città chiave per questa relazione a distanza, c’è un passato che ci ha impedito anni ed anni fa di andarci insieme.
E’ qualcosa di affettivo ed emozionante allo stesso tempo e mi servirà a percorrere un ennesima stradina nel mio vialone dei ricordi, tutto da percorrere.
La vita ti regala momenti fantastici, bisogna saperli cogliere e raccogliere, come una pesca matura tutta da mangiare.
L’amore, ti prende e ti travolge ed io mi sento travolta.
In carne, ossa, cervello ed anima.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *