Storie a distanza #1 – Giovanni & Rita

Oggi inauguro una nuova rubrica, il nome è semplice e diretto ed è storie a distanza.
Ma di cosa si parlerà in questi post? Semplicemente ho scelto quattro semplici domande, che riguardano la storia a distanza in questione.
Ho scelto di proposito domande generiche per dare libero spazio a chi scrive di scegliere come raccontare, considerate che una ragazza mi ha mandato un post bellissimo ma senza le domande e va bene lo stesso.
E siccome questo è il mio sito ho deciso di iniziare con la mia di storia a distanza ed ho pensato di far rispondere la mia dolce metà.
Quindi smetto di “cianciare” e vi lascio al post.

  • Ciao! Presentati brevemente, anni, passioni e tutto quello che vuoi raccontarci di te.
    Mi chiamo Giovanni, ho 27 anni e vivo e lavoro in UK. Vivo in una cittadina vicino Birmingham, Royal Leamington Spa. Mi sono trasferito qui a fine febbraio 2017. Sono appassionato di tecnologia, film, musica e serie tv. Amo stare in compagnia di amici e colleghi e, ogni tanto, mi piace ancora giocare ai videogiochi. Mi piace anche viaggiare, quando posso.
  • Anche tu hai una relazione a distanza, dove vi siete conosciuti?
    Io e la mia dolce metà ci siamo conosciuti più di dieci anni fa. Un’amica in comune ci presentò ai tempi del liceo. Da subito iniziò un’amicizia che poi sfociò in una relazione. La prima relazione amorosa per entrambi. Siamo stati insieme due anni, ma si sa che le relazioni che nascono a 17-18 anni non possono durare perché si è troppo immaturi. Dopo 9 anni, lei ha deciso che era il caso di mandarmi una richiesta di amicizia su Fb. Dopo pochi mesi dalla richiesta di amicizia ci siamo rivisti e si sa, il primo amore non si scorda mai. E ora siamo di nuovo fidanzati e felici.
  • Pro e contro di una relazione a distanza.
    Pro: Ci si abitua ad aspettare; si fa tesoro delle piccole attenzioni; si massimizza il tempo insieme e si è felici con poco; aiuta a maturare e a capire quanto altre coppie che vivono una relazione non a distanza possano essere fortunate.
    Contro: Non ci si può vedere quando si vuole; in caso di discussione o litigio è più difficile fare la pace; Bisogna fare più sacrifici per fare funzionare il tutto e ridurre la distanza.
  • Avete progetti per il futuro?
    Certo! Ci sono prima alcuni step da superare prima che possiamo avvicinarci, ma siamo consapevoli che è solo questione di pochi mesi prima che possiamo vivere una relazione non più a distanza. Siamo fiduciosi, sognatori e, comunque, organizzati.

Queste sono le parole della mia dolce metà, diciamo che io non posso esprimermi ulteriormente e non posso che concordare con lui.
Hai anche tu una storia e distanza? Ti va di parlarne? Scrivimi a ritaconlavaligia[at]gmail.com o sui miei social e sarò ben felice di pubblicare il tuo racconto nella mia rubrica “storie a distanza”

Spoiler alert, le prossime storie a distanza sono quelle di Debora e Giorgia, due ragazze che ho conosciuto grazie ai social.
Guida per cuori distanti ha anche una pagina Facebook, che fai non mi segui?

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *