Guida di viaggio, Madrid.

Ad ottobre sono andata a Madrid con la mia dolce metà, era una città che avevo in wishlist da troppo tempo ed in quel periodo il tempo era ancora clemente.
Ho deciso infatti di stilare per voi la mia personale guida di viaggio Madrid edition.
Ovviamente per qualsiasi domanda sapete sempre dove trovarmi.
Cercherò di dividere il post in sezioni, in modo tale da poter poi darvi più informazioni possibili.

Ecco a voi la mia guida di viaggio per Madrid.

Inizio col dire che Madrid è una città stupenda, dove si respira la storia spagnola.

Ogni via è caratteristica, ogni angolo mi ha stupito.
E’ una città di dettagli, che io personalmente ho adorato con tutta me stessa.

Dove dormire a Madrid?

Per il mio viaggio, ho deciso di utilizzare Airbnb (che non mi sta sponsorizzando il post!), ho in maniera certosina selezionato tantissime case fino a sceglierne solo una.
Ho scelto per la posizione, per la bellezza della casa, per la gentilezza dell’host e per tante altre cose. La casa scelta si trova vicinissimo alla fermata Lavapies (se volete il link potete tranquillamente scrivermi in privato!), nel quartiere multietnico, universitario, vivo e pieno di tapas bar.
La posizione era fantastica, la maggior parte delle volte ci siamo mossi a piedi, esplorando il centro di Madrid.
E’ vicinissima a Puerta del Sol, ai maggior musei ed a molto altro.
Siamo rimasti molto felici di questa scelta, proprio perchè ci ha permesso di vedere Madrid con calma, con lentezza e con comodità.

Mezzi pubblici a Madrid.

I mezzi pubblici sono assolutamente funzionali, noi abbiamo utilizzato sia la metro che l’autobus fino a Toledo (ne parlerò in un post a parte!).
Dall’aeroporto è inoltre possibile prendere la metro che vi porterà ovunque, ad un prezzo veramente basso ed in maniera comoda.
Va moltissimo MyTaxi, si vedevano Taxi con gli stickers Mytaxi ma c’è anche Uber (per una corsa gratis inserisci il codice ewdna).
Noi personalmente non abbiamo mai sentito il bisogno di un taxi, per questo non posso dirvi molto sul servizio.
Che fai un viaggio a Madrid e non prendi i mezzi pubblici?

Mangiare a Madrid.

Noi abbiamo mangiato un poco ovunque, siamo dei mangioni quindi eravamo curiosissimi.
Abbiamo iniziato subito da la Chocolateria San Gines, il primo posto da visitare per mangiare a Madrid.
Ho bevuto una delle migliori cioccolate calde della mia vita, insieme ai churros e i porras che ho letteralmente adorato.
Queste due cose sono sicuramente le cose che ho preferito di Madrid, dopotutto io sono una persona estremamente golosa.
Una cosa da assaggiare è il cocido Madrileno, io ho chiesto consiglio ad un igers proprio di Madrid (frommadridtotheworld) che mi ha consigliato come ristoranti La Daniela o La Gran Tasca. Noi siamo andati al secondo e vi dico già, a me non è piaciuto per niente.
Non è colpa del ristorante, è che trovo il cocido estremamente pesante ed io non sono abituata a questo di sapori.
Per me mangiare a Madrid vuol dire anche sushi, un ristorante che vi consiglio e che fa sia formula all you can eat che carta è Ikki, la qualità è veramente buona e sia io che Giovanni abbiamo gradito moltissimo. Avevamo provato un altro ristorante li a Madrid sempre giapponese ma non abbiamo gradito.
Tappa obbligata per mangiare a Madrid al Mercato de san Miguel, ovviamente abbiamo comprato varie cose, tapas ed altro e la qualità del cibo era buona sebbene leggermente cara. Il posto era decisamente troppo commerciale, specialmente rispetto al competitor.
Infatti, io ho gradito moltissimo il Mercato de San Fernado nel quartiere Lavapies, dove non c’erano turisti ma solo locali ed ho mangiato tantissime cose ad un prezzo competitivo. Ho bevuto un buonissimo Tinto de Verano mangiando leccornie locali, inoltre anche in questo mercato sono presenti prodotti di altre nazionalità.
Una vera rivelazione, il mercato de San Fernando è veramente un must e ve lo consiglio vivamente.

Musei ed arte a Madrid

Sicuramente Madrid è una città meravigliosa, piena d’arte e che ha tre grossi musei.
La fortuna di questa città è che intelligentemente, molti musei hanno giorni dove poter entrare gratuitamente oppure orari serali, in modo da poter entrare dopo una certa ora senza pagare il biglietto.
Noi, con questa possibilità succosa, siamo entrati nel Museo Reina Sofia gratis alle 18:00, volevamo vedere la Guernica di Picasso e principalmente era quella l’opera che volevamo vedere.
Abbiamo trovato molte opere interessanti e tutto sommato due ore non sono poi così poche per vedere quel museo.
Vi consiglio di andare un pochino prima per potervi mettere in fila, è molto lunga ma in realtà scorre abbastanza velocemente.
Il Museo del Prado invece lo abbiamo visto pagando il biglietto, il mio consiglio è di pagare il biglietto online così da saltare la fila.
E’ enorme, ci sono tantissime opera e merita una visita approfondita. La struttura è imponente e noi non siamo riusciti a vederlo nemmeno tutto, però sicuramente tra tutto è quello che merita di esser visto con più attenzione.
Il Palacio Real è meraviglioso, questo l’abbiamo visto il primo giorno ed è stato stupendo, non per nulla in ogni guida di viaggio per Madrid è tra le prima opzioni in assoluto. Anche qui c’è la possibilità di entrare gratis, noi non volevamo calca, volevamo vederlo gratis ed abbiamo deciso di visitarlo a pagamento.
Siamo stati dentro per 2-3 ore e devo dire che è molto bello, molto ben tenuto. Ovviamente all’interno di molte stanze del Palacio Real non si possono fare foto ma è talmente bello che non penserete di fare foto nemmeno per un minuto. Le stanze sono stupende, io mi sono innamorata mettendo proprio piede nella scalinata che porta alle stanze e vi ho detto tutto.
Vi consiglio di vederlo a pagamento, è una di quelle attrazioni che merita di essere vista per bene.
Museo Thyssen, noi l’abbiamo saltato, abbiamo preferito visitare altri posti, inclusa la visita fuoriporta a Toledo.
C’era qualche opera che ci interessava ma in alcuni viaggi bisogna fare delle scelte, purtroppo abbiamo dovuto sacrificare questo museo.

 

 

Parchi ed altro..

Sicuramente tutti vi diranno che dovete andare al Parco El Retiro, ed hanno troppo ragione.
Noi abbiamo seguito il percorso indicato sulla guida Lonely Planet e siamo riusciti a vedere bene quasi tutto. E’ enorme, perdersi è stato facile, anche perchè le vie indicate sulla mappa non coincidevano con quelle reali. Insomma un disastro.. ma ci siamo ripresi!
Ci sono anche tantissimi spazi verdi autogestiti che potranno rendere il vostro viaggio a Madrid decisamente interessante, fidatevi.
Noi ne abbiamo visto uno nel quartiere Lavapies dove gli abitanti lo curavano come orto cittadino, c’erano giochi e libri per i bimbi.

 

Nel complesso Madrid a me è piaciuta molto, c’ho lasciato il cuore.
E’ una città viva ma non è pericolosa o altro, noi abbiamo camminato a piedi senza problemi e senza paura.
L’ho preferita a Barcellona, diciamo di brutto proprio.
Mi piacerebbe anche visitare altre zone della Spagna, magari in futuro lo farò.
Qual è il vostro prossimo viaggio? Io starò un poco in Uk dal mio ragazzo, abbiamo in mente di fare qualche giretto in zona, sicuramente andremo ad Oxford, Bath e non sappiamo ancora dove ma vi aggiornerò sicuramente.

 

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *