Viaggio in Islanda, pillole di organizzazione

Ebbene si, sto organizzando insieme al mio fidanzato un viaggio in Islanda. 
E’ stata una scelta voluta, travagliata e di sicuro piena di preoccupazioni ma dopo letture su letture siamo riusciti a plasmare il nostro viaggio in Islanda.

Ma come organizzare un viaggio in Islanda?

La prima cosa che vi dico è che organizzare un viaggio in Islanda non è esattamente una passeggiata.
Noi abbiamo comprato la guida Lonely Planet e l’abbiamo spulciata tutta.
Abbiamo consultato gruppi su gruppi su Facebook, letto tantissimi blog.
Alla fine, non appena ho avuto conferme sul mio futuro in Italia (e per questo ci sarà un altro post), abbiamo prenotato ed io ancora non ci credo.

Staremo in Islanda dal 31 agosto al 9 settembre, con un volo in partenza da London Gatwick con la compagnia Iceland Air.
La tariffa che abbiamo scelto è quella che comprende anche il bagaglio da stiva, magari in un secondo momento vi farò un recap economico sul nostro viaggio in Islanda.

Il secondo step per un viaggio in Islanda è decidere se si vuole fare base su Reykjavik ed usare i mezzi pubblici oppure affittare una macchina a noleggio.
Noi abbiamo deciso di affittare una macchina, l’ho fatta scegliere a Giovanni visto che lui ne capisce ed io no.
Con l’affitto della macchina parte il tasto dolente, l’assicurazione!
Ho letto in tantissimi gruppi che tutti consigliavano di fare l’assicurazione che copre ogni tipo di danno, molti non l’avevano fatta ma dopo aver letto che una ragazza ha dovuto pagare 5mila euro ci siamo convinti e per stare tranquilli abbiamo stipulato quel tipo di assicurazione:
Il prezzo della macchina è salito di 250€, giusto per farlo presente, ma la nostra serenità in viaggio vale sicuramente di più.

Questi sono tutti i punti che vogliamo vedere nel nostro viaggio in Islanda.
Creare una mappa del genere vi serve principalmente per prenotare i vostri alloggi.
Infatti, per un viaggio in Islanda on the road, l’organizzazione dell’alloggio è essenziale.
E’ stato veramente difficile da organizzare, alla fine poi siamo riusciti con tante ore di ricerca, specialmente per stare nel nostro budget.
Considerate che, noi abbiamo prenotato qualche settimana fa e sebbene settembre non sia alta stagione, in alcune zone dell’Islanda tantissimi hotel, guesthouse etc erano strapiene.
Erano rimaste libere soluzioni costosissime che abbiamo evitato a piè pari.
Abbiamo prenotato tutto su Booking, tra l’altro se vi serve cliccando qui potete avere un 10% di rimborso per la vostra prenotazione, niente male vero?
Abbiamo pagato in anticipo metà delle soluzioni, preferendo il pagamento in struttura per le altre.
La cosa che abbiamo subito notato è che per loro i tempi di check in sono decisamente tassativi, su questo vi sapremo dire sicuramente al nostro ritorno.

Ed ora parte l’organizzazione dell’attrezzatura, dobbiamo praticamente comprare tutto l’abbigliamento tecnico.
A quanto pare, per andare in Islanda serve per forza un giacchino giallo, a tutti i costi ahahahh.
Avete consigli sull’abbigliamento, scarpe etc da portare? E’ il mio primissimo viaggio in un posto del genere.

In ogni caso, io non vedo l’ora!

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *